I media fomentano e preparano alla guerra in Ucraina

I media fomentano e preparano alla guerra in Ucraina

E’ la specialità dei media occidentali, controllati dai soliti potentati e governi al fine di manipolare e indottrinare le masse sui temi che fa loro comodo.

Da parte sua Putin pur mostrandosi fermo in molte posizioni, sembra essere l’unico a voler fermare il conflitto ucraino, restando comunque al fianco degli ucraini filorussi dell’est, tanto l’Europa quanto gli Stati Uniti sono invece per il caos e la guerra, e da questa sperare di ottenere vantaggi.

Sulla mistificazione dei media occidentali e le loro falsità dettate direttamente dalle agenzie governative, non ci sono più dubbi, solo per riprendere quelle degli ultimi anni come l’invasione finta del Kuwait da parte di Saddam, poi le armi di distruzione di massa, tutte le cazzate sull’Iran, poi la Siria ed i “ribelli” armati dagli inglesi, francesi e americani, Gheddafi e la Libia e ora l’Ucraina … piuttosto che leggere un giornale come il Corriere o Repubblica meglio la settimana enigmistica!

Continue Reading

Aereo abbattuto in Ucraina un’altro false flag?

Aereo abbattuto in Ucraina un'altro false flag?

In Rete ci sono già diverse teorie sull’abbattimento dell’aereo malese caduto in Ucraina, una sostiene che l’obbiettivo fosse Putin, che con il suo aereo transitava in quello spazio di ritorno dal suo viaggio in America Latina, un’altra teoria è quella che sostiene siano stati i golpisti di Kiev della scorsa primavera per dare poi la colpa ai filorussi e quindi a Putin.

Altra teoria quella dell’errore, anche se improbabile, in un’altra ancora si sostiene che l’aereo abbattuto in Ucraina siano quello scomparso alcuni mesi fa in Asia che non è mai stato ritrovato, che sarebbe stato usato proprio per questo scopo, creare un incidente di più ampia portata che coinvolga la Russia e Putin.

In tutte o quasi le teorie l’obbiettivo finale sembra essere sempre lo stesso, un attacco diretto a Putin e alla Russia, i motivi sono evidenti, il gas russo, il controllo dell’Eurasia, e soprattutto il mantenimento del dollaro come valuta di riferimento negli scambi internazionali, infatti i BRICS hanno siglato di recente un accordo per istituire una loro banca internazionale, un sostituto della Banca Mondiale dell’FMI, questo vuol dire tagliare fuori gli Stati Uniti e far perdere la supremazia dominata dalla finanza e dal dollaro USA …

Quindi l’obbiettivo di questa strage è chiaro, il mandante a meno che non si sia cechi altrettanto … del resto gli USA sono anni che provocano e attaccano la Russia, delegittimando in tutti i modi Putin, il quale viene sempre etichettato dai media occidentali come il male assoluto, mentre invece gli Stati Uniti come sappiamo, sono campioni di esportazione democratica con bombe al fosforo!

Continue Reading

Sfruttamento del giornalismo partecipativo

Sfruttamento del giornalismo partecipativo

E’ la nuova frontiera del “giornalismo”, quello partecipativo dove tutti o quasi possono scrivere e vedersi pubblicati i propri “articoli”, in cambio dei famosi 5 minuti di gloria e il pagamento per lo scritto, vista così non è poi tanto male.

La realtà è che questi sistemi di giornalismo partecipativo, dove chiunque può diventare “giornalista”, non sono contenitori di notizie di prima mano, ma sono una rielaborazione per altro maldestra delle notizie solitamente già diffuse da altri media o agenzie di stampa, con la differenza che un netturbino (con tutto il rispetto per i netturbini) può dare la sua versione ad esempio sulla crisi in Ucraina, il che è tutto un dire.

Inoltre la maggior parte delle news pubblicate riguardano il gossip, il calcio e le trasmissioni TV, questi i pezzi più presenti nelle home page, a dire il vero anche quelli più facili da scrivere, sulla promessa di retribuzione … bhe, è davvero una promessa, il neo “giornalista” dovrà promuovere il suo pezzo ovunque, portare i lettori a leggere il suo pezzo nel sito dell’editore, che questo poi pagherà il pezzo a partire da un minimo di visualizzazioni, l’autore avrà 30 giorni di tempo per raggiungere il minimo delle letture del suo “articolo”, passati i 30 giorni non avrà più diritto a nessun pagamento se non ottenute le visualizzazioni a partire dal minimo richiesto.

Un sistema che va a tutto vantaggio dell’editore, che gratuitamente ottiene una gran quantità di testi da pubblicare, nella maggior parte dei casi non li pagherà, e nello stesso tempo ottiene migliaia di visite grazie alla promozione che l’autore farà per promuovere il suo pezzo, ma che automaticamente promuove l’intero sito dell’editore gratis!!

Se uno ha talento o vuole mettersi in discussione con la scrittura non vedo il motivo per cui farsi sfruttare, può aprire un blog, un forum o scriversi un libro in completa autonomia, se poi non ci saranno risultati almeno nessuno lo avrà sfruttato avvantaggiandosi comunque del suo lavoro!!

Continue Reading

Bombardieri russi a 50 miglia dalla California, sui media italioti il silenzio è d’oro!

E’ successo circa una settimana fa, quattro bombardieri russi Tu-95 Bear H aircraft che possono trasportare secondo le versioni fino a 16 di testate nucleari ognuno, hanno sorvolato nelle vicinanze dell’Alaska fino ad arrivare a 50 miglia dalla California.

Aerei russi per giunta bombardieri strategici che tutto sono tranne che velocissimi, arrivano fino alle porte di casa degli americani, ridicolizzando il sistema di difesa aereo più potente ed organizzato al mondo, i militari del Pentagono hanno minimizzato dicendo che forse era parte di un addestramento, ma in quel caso avrebbero dovuto avvertire le basi USA, tanté che l’aviazione americana ha inviato due F-22 e due F-15 per intercettarli e fargli fare marcia indietro!

Per i media italioti come al solito questa è una non notizia, gli italioti assistiti cerebralmente dalla TV non devono sapere ne pensare, per cui meglio evitare di diffondere queste notizie pericolose per il sonno dei telerincoglioniti.

Tuttavia non si tratta di una esercitazione russa, è ovvio, ma si tratta di una provocazione in risposta al supporto americano in Ucraina, dove i servizi segreti USA, ormai è di dominio pubblico, stanno finanziando e fornendo di armi i nazisti che hanno preso il potere la scorsa primavera attuando il colpo di stato appoggiato appunto da Stati Uniti, Inghilterra e il supporto dei paesi europei.

Il messaggio è chiaro, se gli americani continuano a intromettersi supportando i criminali che stanno facendo strage di civili nell’Ucraina dell’est, le conseguenze possono essere ben più gravi, gli americani non ignorino la potenza bellica russa, che in caso di scontri sarebbe appoggiata anche dalle forze cinesi.

E’ tipico degli imperi, quando sono al collasso crollano portandosi dietro quanta più distruzione possibile, speriamo che queste testedicazzo yankee abbiamo ancora qualche neurone sano, altrimenti siamo nei casini!!

Continue Reading