Ricordiamo l’11 Settembre!

Ricordiamo l’11 Settembre!

Domani quindicesimo anniversario dell’11 Settembre!

Un piccolo ripasso:

3000 e più i morti
2 aerei dirottati contro le 2 Torri Gemelle
3 torri cadute (la terza per solidarietà)
1 aereo schiantato in circostanze misteriose in Pennsylvania
1 aereo invisibile contro il Pentagono

Neppure il migliore dei matematici riuscirebbe a far tornare i conti!

… e gli asini volano!!

Come da manuale tutta colpa dei soliti islamici armatissimi fino ai denti con affilatissimi taglierini, ci sono anche le prove, nello schianto dell’aereo in Pennsylvania a malapena hanno trovato i motori semi-disintegrati, ma nello stesso posto hanno trovato un documento dei dirottatori quasi intatto, il solito culo degli investigatori!!

www.ae911truth.org

Continue Reading

Italia batte Germania 799 a 299 … miliardi di spesa pubblica!

Italia batte Germania 799 a 299 ... miliardi di spesa pubblica!

Italia 60 milioni di abitanti, Germania 80 milioni di abitanti!

20 milioni di abitanti in più e 500 miliardi di spesa meno!

Poi hanno anche il coraggio di dire che gli italiani non pagano le tasse, pezzenti! Mi piacerebbe che il compagno Bersani, quello che “niente ambulanza per chi non paga le tasse” lo dicesse in mia presenza!!

Infine teniamo presente la qualità dei servizi tedeschi e l’assistenza sociale, come mai i giornalisti di Mmerda non parlano mai di queste cose?! Chi fa il mestiere del giornalista asservito alla politica del massacro del Popolo italiano dovrà subire le stesse condanne inferte al processo di Norimberga, li voglio vedere penzolare!

Continue Reading

Torna la stagione del bisogno, preparati idiota!

Ritornerà la stagione del bisogno, preparati idiota!

La stagione che abbiamo vissuto bene o male fino a oggi sta per cessare, il cambiamento è già iniziato da alcuni anni, specie dopo la crisi dei sub-prime del 2008.

Passeremo da una situazione di consumo indotto a una di bisogno e conservazione permanente, qualcosa che ricorda gli anni ’20 negli Stati Uniti, quando la gente non aveva di che mangiare, vestiti di stracci e precarietà permanente.

Tutto quello che dicono i mentecatti al governo, riguardo alla ripresa economica, non sono altro che pugnette per tenere buoni i milioni d’idioti che li ascoltano, quelli che delegano la propria vita a queste testedicazzo!

La cultura dei desideri è finita

Stiamo lentamente ma inesorabilmente tornando alla società dei bisogni, dopo anni passati con la cultura dei desideri indotta e promossa dalle multinazionali e banche, prima tra tutte proprio la Lehman Brothers, che per ironia della sorte è fallita nel 2008, anno d’inizio del nuovo mondo di miseria che sta arrivando.

Torneremo dal ciabattino per riparare le scarpe, cuciremo i calzini invece di buttarli, mangeremo per mantenerci e non per diventare maiali, ripareremo gli oggetti invece di comprarne di nuovi, torniamo al dopoguerra, quando c’era fame e miseria.

Dimenticatevi i cellulari all’ultimo grido, le scarpe trendy e la maglietta firmata, coglioni che non siete altro, sta finendo e non avete capito che abbiamo già sbattuto contro l’iceberg!

Un po’ di sano socialismo migliorerà molti idioti

Racconto questo episodio perché è rilevante e mostra quanto si può diventare testedicazzo in una società comoda, benpensante e idiota che crede di poter sopravvivere alle cazzate! Lo scorso autunno, il mio “smartphone” da quattro soldi, ma funzionale, non caricava più era come morto, mi reco in paio di centri di telefonia per vedere di ripararlo, specie per i contatti che avevo in memoria, entrambi senza neppure visionarlo mi dicono che non si può riparare, che la batteria è andata e non si trova!

Non mi rassegno, poco dopo parto per Tirana, dove la cultura dei desideri non ha fatto ancora troppi danni, infatti, si ripara ancora di tutto, ombrelli compresi, mi reco in uno di questi negozi che riparano computer, televisori e telefoni, mostro il mio a uno dei ragazzi del negozio e mi dice di lasciarlo che gli danno un’occhiata e di ripassare il giorno dopo.

Ritorno la sera dopo il telefono lo avevano riparato, si trattava della spina di alimentazione che hanno opportunamente sostituito, premetto che il telefono non è uno modello branding, quindi i pezzi sono anche difficili da trovare, ma ci sono riusciti.

In Italia il mio telefono era da buttare, a Tirana me lo hanno riparato per 800 Lek circa 5,6 Euro, questo suggerisce che gli italiani meritano davvero una strizzatina di coglioni, che arriverà!!

Continue Reading

Fertility Day, ci prendono anche per il culo!

Fertility Day, ci prendono anche per il culo!

Italiani siete delle gran teste di cazzo!

Non lo dico io, lo dice il ministro (de sti coglioni) della sanità, quella cima, si fa per dire, della Lorenzin, la quale intima agli italioti di trombare non solo per il piacere di farlo ma anche per procreare! Echecazzo, ci vogliono nuove generazioni di schiavi per mantenere i privilegi di questi porci, quindi trombate ma fate anche figli, non siate egoisti pensate al futuro … il loro ovviamente!

Questi mentecatti con i quali scambierei volentieri “due parole”, hanno fatto una campagna contro il lassismo italiota in fatto di procreazione, attribuendo agli italiani la colpa del calo demografico.

La cerebrolesa del ministro in carica non eletto da nessuno, dimentica alcuni dettagli che forse le sono sfuggiti, un paese normale non invita a fare figli ma crea le condizioni per farli! E in Italia le condizioni sono:

  • Disoccupazione giovanile record che nemmeno in Colombia è così alta
  • Aziende in crisi e banche fallimentari che non danno aiuti
  • L’Euro che sta soffocando ogni iniziativa imprenditoriale
  • Tassazione usuraia e criminale
  • Taglio delle pensioni
  • Taglio della sanità
  • Costi energetici svedesi e servizi ugandesi
  • Corruzione stratifica che neppure ai tempi d’oro cileni era così elevata
  • E mille altri problemi per i quali se ci pensi appena 30 secondi fai le valige

In tutto questo ben di Dio, c’è un dato curioso per il quale come minimo dovremmo rispolverare le sale di tortura medioevali, ed è questo:

  • In Germania 80 milioni di abitanti e un territorio doppio dell’Italia, i tedeschi spendono per la macchina statale circa 450 miliardi di Euro l’anno!
  • In Italia 60 milioni di stronzi, pagano 800 e rotti miliardi di Euro per la macchina statale!

Ora anche l’italiota medio capisce che i conti non tornano e che ci stanno fottendo alla grande, ma inutile lamentarsi non serve, sono gli italioti a volere e permettere tutto questo.

E per questo motivo la Lorenzin può permettersi di prenderci per il culo, ma vi capisco, inizia il Campionato, c’è la Champions e poi dovete cercare quel cazzo di Pokemon!

Continue Reading