Cina: arrestati i troll del PD

Cina: arrestati i capi troll del PD

E’ il giornale online cinese Xinhuanet che ne riporta la notizia, i due capi responsabili del gruppo cinese dei troll del PD sono stati arrestati, il gruppo è stato denunciato alle autorità e saranno sanzionati con una multa da 100 Euro, erano migliaia attivi dentro un grande capannone allestito come datacenter alla periferia di Pechino.

Qui la notizia: 绑匪杀人后持枪在逃 公安部发A级通缉令悬赏捉拿

Avrebbero attaccato a partire da lunedì i siti italiani del M5S e in particolare il sito di Beppe Grillo, facendo la solita operazione di trollaggio diffamatorio, questa volta la Cina interviene e li blocca prima di farli entra in azione, forse quest’anno ci risparmieremo il trollaggio PD made in China!

Il PD non commenta, anche se fonti dei servizi cinesi dicono che tra i due capi arrestati ci sono stati contatti telefonici con alcuni esponenti di rilievo del PD, attendiamo sviluppi.

Leggi anche: Incredibile, sono cinesi i troll del PD!

Continue Reading

Beppe Grillo a SkyTG24

.

Riprendo il video dal post di Massimo Mazzucco, devo farmi a questo punto la stessa domanda di Massimo, perché Beppe non va in TV ogni sera?!

A questo punto dovrebbe pensarci per dare realmente una scrollata, non solo agli astensionisti e quindi portare molta più gente a votare, ma anche per far capire meglio cosa sta facendo e cosa è realmente il Movimento 5 Stelle.

In questo modo e molto più probabile mandare a casa tutti i malfattori che denuncia ogni giorno, dai Beppe, hai fatto 10 … fai pure sto cazzo di 11!!

Anche se mi sta sul cazzo il calcio, Grillo in TV, Grillo in TV, Grillo in TV …. aleeee oooooohoooooooooh

Continue Reading

Grillo: se vinciamo noi subito elezioni

Non si risparmia un momento Grillo. Partecipando all’assemblea dei soci di MPS ne ha avute per tutti, a cominciare dalla legge elettorale che dice essere una sorta di sbarramento per il M5S, legge che vogliono i “figli di troika” con il benestare del Presidente Napolitano non eletto da nessuno. Il Grillo pensiero che si ripete e rileva le tante ostruzioni per non far avere voce in capitolo al Movimento 5 Stelle in parlamento e nelle sedi istituzionali … Leggi tutto.

Continue Reading

Grillo a Piombino: una trappola mediatica!

 

Il racconto che ne ha fatto Piazza Pulita è quello di un Grillo che va in piazza a Piombino, ma la stessa non era gremita a sufficienza, almeno per i media, che hanno bollato come flop l’intervento di Grillo in piazza, i media si sono scatenati quando un cartello di protesta è stato mostrato, secondo sempre quanto riportano i media, sgradito ai 5 Stelle e allo stesso Grillo, intervenuti poi per “censurarlo”, il sospetto è che il tutto sia stato preparato proprio per attaccare Grillo e il Movimento, un agguato in vecchio stile politico, ci sono le elezioni.

La piazza tuttavia non era poi così vuota, anzi, se uno vuole rivedersi il video noterà che sulla strada transennata c’è gente a perdita d’occhio, ma ovviamente siamo in campagna elettorale e non potendo attaccare Grillo ne il M5S su altri fronti scandalistici, si cerca di mistificare la realtà facendo passare per flop un incontro con i cittadini di Piombino che è tutt’altro, il cartellone che ha fatto tanto scalpore nelle testate dei media blasonati recitava: “Troppo comodo fassi vedé per i nostro funerale”, niente di scandaloso dunque.

E’ del tutto normale che ci sia un qualche parere contrario o chi manifesta il proprio pensiero, ma i media ne hanno montato un caso, facendo passare la piazza di Piombino come avversa a Grillo e soprattutto vuota, semideserta, insomma un Grillo che non è riuscito a catalizzare la gente e portarla in piazza, le immagini tuttavia smentiscono le bufale pubblicate e mostrate in TV, anche Piazza Pulita si è tenuta alla larga dal mostrare le immagini complete delle molte presenze in piazza ad ascoltare Grillo.

Sul sito di Grillo è comunque possibile vedere il video che dura circa 12 minuti, nel quale si può scorgere le molte persone presenti, ci hanno provato anche questa volta, del resto per attaccare il Movimento 5 Stelle devono pur tentare ogni sorta di strategia, mostrando e scrivendo ciò che fa comodo, pensando di arrestare la crescita del Movimento, ma non hanno capito che la Rete sbugiarda le cose che dicono ancor prima che le dicono, in altre parole vista l’ascesa del M5S si stanno arrampicando sugli specchi.

Continue Reading