Non si può mandare in Europa gente che crede alle sirene … ma sempre meglio di Berlusconi!

Non si può mandare in Europa gente che crede alle sirene ... sempre meglio di Berlusoni!

Secondo Renzie i ragazzi del Movimento 5 Stelle non possono andare in Europa, credono alle favole, alle sirene, agli ufo e alle scie chimiche … questo quello che ha detto l’altra sera a Ballarò … in effetti è vero sono un po’ creduloni, qualcuno crede anche che Renzie sia di sinistra 😀

Tuttavia caro Renzie molto meglio mandare in Europa uno che crede alle sirene che uno che crede a Berlusconi, non credi!

Ma vai a fare in culo!

 

Continue Reading

Politici sull’orlo di una crisi di nervi

A partire da Berlusconi se non altro per ragioni di età, lo scontro politico a meno di un mese dalle elezioni entra nel vivo e si accende, forse diventerà incandescente con possibili colpi di scena, il centro destra che si aggrappa ancora una volta alle forze rimaste del cavaliere sembra brancolare nel buio, tra una dichiarazione e l’altra e la successiva smentita, tutti i fedeli rimasti si stringono intorno al leader, Berlusconi dovrà fare un altro miracolo ma questa volta potrebbe essere solo un miraggio.

Sul fronte del Movimento 5 Stelle sembra regnare l’ottimismo, tuttavia i risultati dei sondaggi confermano l’andamento dei consensi in crescita e questo spaventa non poco sia il centro-destra che il centro-sinistra, la gente ha voglia di cambiare e questa volta non solo le facce ma la politica come viene fatta e gestita, non vuole più sentire parlare di politici nel senso stretto del termine, vuole gente che si occupa della gente, Grillo ha dichiarato che in caso di successo chiederà il governo a Napolitano, questo dovrebbe quantomeno preoccupare Renzi.

Il Presidente del Consiglio che ha già molte preoccupazioni sia sul fronte interno al suo partito che su quello politico, le tante promesse fatte sono prossime alla resa dei conti, alcune hanno superato anche il punto di non ritorno, come ad esempio la legge elettorale promessa in poche settimane ancora in alto mare, il governo del fare e della rapidità di azione sembra si stia ammosciando, come tutte le bolle una volta arrivate al punto massimo possono solo sgonfiarsi, ed è quello che sta succedendo a Renzi, i consensi non sono più così certi e scontati, la gente giudica e agisce.

Nel complesso queste europee sono il banco di prova della nuova era politica, quella che si prospetta per quanti voteranno il Movimento di Grillo, ma anche per il futuro stesso dell’Europa che così com’è non più accettabile da nessuno, sempre Grillo ha definito Renzi “figlio di troika”, un chiaro riferimento per dire da quale parte sta il premier e quali potranno essere gli interessi primari del suo governo, il centro-destra quindi allo sbando, il centro-sinistra arranca, mai prima di questa volta ci si è ritrovati con una situazione politica come questa, solo le urne ci diranno quale sarà la destinazione per il futuro.

Continue Reading